Prepararsi al cambiamento

autumn-morning-862x484

Mi sorprendo  sempre quando spunta il sole in una bellissima mattina d’autunno cristallina e radiosa.
Di solito mi accade quando i giorni precedenti sono stati uggiosi e bui, avvolti da una fitta nebbia. Mi sento come investita da una piacevole musica dopo un lungo silenzio.
E’ bello osservare la natura, l’aria ormai fresca e frizzante, i colori che cambiano, i suoni che si attutiscono.
I segni dell’inverno sono imminenti ed arriveranno tra non molto.
Solo rallentando il passo riesco a vedere che la natura attorno a me sta cambiando il suo vestito,  ed usando i miei sensi  mi preparo ad accogliere con apertura qualcosa di diverso che arriverà.
In questo rifletto ed osservo che a volte non sempre ci prendiamo il tempo di  vedere cosa cambia attorno a noi,  che niente rimane fermo, immobile, ma che tutto si evolve ed  assume  una forma diversa . Mi accorgo di  quante volte andiamo  di fretta perdendoci alcuni aspetti della nostra vita, proprio quelli non osservati, consapevolizzati che bloccano la via del cambiamento.
Se guardiamo in modo consapevole a ciò che accade, ci prepariamo a non venire colti di sorpresa, a non rimanere sospesi con il respiro bloccato.
Ci prepariamo al cambiamento e tutto ciò  che porta in sé.
Lasciatevi andare a sentire qualsiasi cosa sia presente. Seguite le sensazioni di flusso e cambiamento e fate attenzione a cosa provate.  Jon Kabat Zinn
Annunci

Aprire per condividere

condivisione
Molto spesso nella nostra vita ci capita di affrontare molti problemi e di chiuderci in noi stessi, pensando che questo possa essere il modo migliore per risolvere tutto.
In realtà ci porta soltanto a  rimuginare dentro di noi, ingigantendo cosi’ il problema stesso.
La condivisione è possibile grazie all’apertura con gli altri : apertura che dovrebbe essere nella normalità della propia vita e non qualcosa di straordinario ed eccezionale.
Aprirci significa allargare i nostri confini, condividere i nostri vissuti, le emozioni, le idee, i progetti.
Gli  esercizi bioenergetici sono un’ottimo aiuto per produrre un aumento di apertura e spontaneità unita alla condivisione.
Imparare ad esprimere consapevolmente ciò che sentiamo senza vergogna confrontandoci con gli altri,  è quello che avviene nel gruppo attraverso il movimento del  corpo, il respiro, l’uso della voce.
La conseguenza è che ci apriamo non solo a noi stessi, ma anche al contatto  con l’esterno,  diventando più sensibili, comprensivi, ma anche più diretti  nel rapporto con le persone ci sono accanto.

Sappiamo che abbiamo trovato qualcuno di speciale quando si può stare zitti e condividere un piacevole silenzio.
(Dal film Pulp Fiction)